Tiriamo le Somme: I primi mesi in Municipio.

Carissimi,
il 2016 ormai si è concluso ed è passato qualche mese dall’insediamento nel nuovo Consiglio Municipale, nel quale ho avuto l’onore di essere eletto.
Come avevo promesso, vi tengo aggiornati e approfitto per fare il punto della situazione.

Commissione Politiche giovanili, Università, Fondi Europei, Ricerca e Lavoro, Partecipazione, Memoria:

Come sapete, sono il Presidente della commissione, e mi trovo per questo a coordinare e dirigerne i lavori. In questi mesi ho lavorato per portare avanti i lavori su tre progetti, di cui avevamo già discusso durante la campagna elettorale.

Il primo riguarda la stesura del “regolamento delle aree musicali per i giovani”, il cui testo è stato interamente elaborato in commissione e approvato (siamo in attesa di alcuni passaggi burocratici per farlo approdare in consiglio). Questo regolamento darà la possibilità ai giovani di richiedere attraverso un semplice modulo l’autorizzazione a poter suonare, da soli o con il proprio gruppo, in alcune aree all’aperto, preposte ed indicate. A fronte della difficoltà che spesso i ragazzi hanno a trovare luoghi per esibirsi compatibili con le proprie disponibilità economiche, abbiamo ritenuto di donare loro la possibilità (sempre nel rispetto della quiete e del decoro) di organizzare gratuitamente piccoli concerti con procedure semplificate. Qui trovate la bozza del Regolamento.

Il secondo progetto riguarda il Consiglio Municipale dei Giovani, un organo elettivo parallelo al Consiglio municipale, formato interamente da ragazzi tra i 15 e i 25 anni, chiamato ad occuparsi delle politiche giovanili, attraverso la possibilità di fare proposte al Consiglio e alla Giunta, di dare pareri non vincolanti, di gestire dei fondi (regionali). L’idea è quella non solo di cercare di coinvolgere i giovani nell’amministrazione, ma di farli riavvicinare alla politica e alle istituzioni e di dargli gli strumenti per comprendere il funzionamento degli enti locali. Qui trovate la bozza di Delibera e Regolamento.

Ultimo progetto è quello dei 
corsi sulla tossicodipendenza da mettere a disposizione delle scuole, Premetto che abbiamo deciso di orientarci su un tipo di iniziativa che coinvolgesse i ragazzi attraverso esperienze dirette e non solo tramite lezioni frontali, che molto spesso non raggiungono il loro scopo. Ci siamo quindi confrontati con esperti del settore e dell’educazione.
Il progetto consiste in un pacchetto di 5 incontri, da mettere a disposizione dei licei che lo desiderano e si compone di
– Un primo incontro di introduzione al tema.
– Un secondo incontro di ambito sanitario, che tratti sia la gestione clinica del tema, sia racconti da parte di medici o soccorritori che sono entrati in contatto con il tema.
– Un terzo incontro in ambito legale, sempre con la visione di gestione e di esperienza diretta.
-Un quarto incontro con un ex giovane tossicodipendente e un operatore che lo aiutato nel recupero.
– Un ultimo incontro in visita ad un centro di recupero per tossicodipendenti.
Per la delicatezza del tema si sta cercando di affrontare con cura e precisione tutti i possibili aspetti di questa iniziativa.


La commissione è stata infine chiamata (ed io come presidente) a lavorare ed esprimersi sul 
Regolamento per la gestione condivisa dei beni comuni, a mio avviso uno degli atti più importanti di questa amministrazione. Tale regolamento permetterà ai cittadini di stringere patti di collaborazione con il Municipio per la gestione di spazi e beni comuni. Quindi chiunque potrà ad esempio prendersi cura dell’aiuola sotto casa o richiedere di poter abbellire ed utilizzare spazi in disuso. Fermo restando che questo non costituisce una sostituzione del lavoro di cura e manutenzione dell’amministrazione municipale.
Per lo svolgimento di queste pratiche sarà istituito un apposito Ufficio Beni Comuni, incaricato anche di gestire la convivenza di diversi cittadini nell’utilizzo del medesimo bene . Un regolamento con cui sanciamo, a mio avviso, l’importante principio per cui ciò che è Pubblico è di tutti, non di nessuno.
Cliccando qui  troverete il testo del regolamento, non nel suo stato attuale, ma già modificato secondo gli emendamenti che la commissione presenterà al Consiglio il giorno della votazione.

Non vi nascondo che era nei miei piani che questi progetti fossero ultimati prima di Natale. Purtroppo mi sono trovato a fare i conti con i tempi dell’amministrazione Municipale, che seno ben più lunghi di quello che immaginavo. Tutto è a buon punto e ormai in fase di ultimazione, posso quindi dichiararmi soddisfatto del lavoro svolto in questa prima manciata di mesi, con l’impegno personale di cercare, anche con l’esperienza, di aumentare la pragmaticità dei lavori.

Immigrazione

Ho lavorato intensamente su un tema che mi sta molto a cuore, vale a dire quello dell’immigrazione. Molti di voi avranno seguito le vicende dei migranti della Stazione Tiburtina, donne, uomini e bambini che ad oggi ancora dormono sotto le intemperie, esposti al freddo dell’inverno.
Nelle mie parole non troverete mai un filo di sterile polemica verso l’amministrazione comunale targata Movimento 5 Stelle, ma sulla questione le responsabilità sono enormi.
In materia le possibilità del Municipio sono quasi inesistenti, ciò nonostante abbiamo provato a proporre svariate vie per trovare una soluzione al problema. Ad ora, ancora nulla. Personalmente mi sono battuto all’interno del Partito Democratico per mettere a disposizione, per i casi di emergenza almeno, le nostre sezioni, ottenendone l’apertura. Qui una mia piccola dichiarazione.

 

Interpellanze

Ho presentato in Consiglio Municipale due interpellanze per la Sindaca Raggi, entrambe approvate, per le quali ancora aspetto risposta.
La prima riguarda l’abbattimento del tratto di sopraelevata della Tangenziale Est prospiciente la stazione Tiburtina 
 (progetto nel frattempo definanziato dalla giunta Capitolina). Qui trovate il testo dell’interpellanza.

La seconda riguarda il Centro Sportivo di Via Como, da anni incompleto e sottratto ai cittadini del territorio. Qui trovate il testo dell’interpellanza.


La vita di ogni giorno
Da parte di molti di voi ho avuto molte segnalazioni e mi sono interessato per tanti piccoli interventi, dalla buca al bagno rotto nella scuola: trovo inutile elencarveli. Ribadisco però che sono sempre a disposizione di tutti.
Lo stesso discorso vale per le altre due commissioni di cui faccio parte (Scuole e Politiche Sociali), e per tutti gli altri argomenti trattati in Consiglio. Chi fosse interessato però può trovare cliccando qui l’archivio degli atti approvati dal consiglio con relativi verbali, con tutti i voti che ho espresso personalmente.

Buon lavoro a tutti.
A presto. 

GB

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *